Profumo di falsa libertà, un racconto di Sam Voight

Profumo di falsa libertà Il sole. Il rumore. L’afa. Il chiacchiericcio. Sono tutte cose lontane. Qui nel sottoscala del ristorante cinese. Non c’è anima viva, solo l’odore di pollo fritto che riempie le miei narici. Non ho mai smesso di fissare le mie scarpe, ma non le posso più vedere ora perché i miei pantaloni sono stati calati coprendole. Il sole, il rumore, l’afa, il chiacchiericcio nulla, non sento nulla. Sento solo dolore, amico mio, ma questo tipo di dolore è meglio non raccontarlo.

Non è una storia per tutti Profumo di falsa libertà, perché un racconto forte, drammatico, anche se carico di speranza e di voglia di guardare verso il futuro, verso un riscatto che tarda ad ancora ad arrivare. Esordio letterario di Sam Voight, la storia narra complessa di Alexis, “una donna, una prostituta, un uomo”.

La trama de Profumo di falsa libertà

Da quando aveva solo quindici anni, la vita di Alexis non è stata quella di un adolescente normale. La realtà che ha intorno a sé è costellata di squallore, un mondo dove dominano solo i soldi, la violenza e il sesso e al quale ha finito per assoggettarsi. Eppure, c’è una voce dentro che urla, che vuole scappare da quell’esistenza, che vuole un riscatto, perché quel mondo fatto di marciume l’ha ormai nauseato.

E quella voce dentro si fa più forte e pressante nel momento in cui Alexis si trova al momento sbagliato nel posto sbagliato; la situazione si complica, diviene pericolosa: è giunto il momento di scappare.

Ma Alexis non sta scappando solo da quel mondo, sta scappando da sé stesso; la strada è costellata di difficoltà, completamente in salita. Eppure, la bellezza della libertà, sebbene effimera e illusoria, ha un profumo inebriante, che lascia storditi. Fuga dopo fuga, Alexis si rende conto il problema è uno solo:

Tu sei mai stato felice? Io no. L’infelicità è una mia costante. Questa sera però cerco di non pensare alle cose brutte che mi sono successe e mi rimetto sdraiato sulla mia panchina a fissare il cielo stellato…

Dopotutto, si può sfuggire a chiunque, ma non a se stessi.

L’opera

Ne Profumo di falsa libertà il protagonista racconta, in prima persona, la sua storia al lettore, coinvolgendolo nei suoi discorsi e nelle sue esperienze, un espediente studiato appunto per «coinvolgere i miei lettori in quello che scrivo e per accompagnarli pian piano alla scoperta di loro stessi» ci spiega l’autrice.

I personaggi sono frutto dell’immaginazione della Voight, ma l’autrice ammette che ha fatto molta fatica a staccarsi da loro, specie da Alexis. «È stato tristissimo scrivere il finale – ammette -, un po’ come abbandonare un grande amico che ti ha accompagnato in percorsi di crescita». Una volta giunta alle battute finali della scrittura, l’autrice ci confida che la sensazione è stata confusa, molto emotiva: da una parte, la gioia per aver terminato un lavoro – il primo e più sentito, dunque –, dall’altra l’egoismo di non aver più accanto il protagonista, sebbene lo abbia riscoperto sempre più forte e coraggioso pagina dopo pagina.

Il titolo dell’opera rappresenta l’essenza stessa del protagonista, la ricerca del sé. Avvolto in una spirale di illusione, Alexis crede di essere libero in alcuni momenti della sua vita, ma in verità sta solo “sentendo” qualcosa che non è sufficientemente reale. Trovare il proprio equilibrio, addirittura la felicità, è una conquista dura.

Un racconto che può essere letto da tutti, fatta eccezione per i più piccoli per i quali i contenuti – dato il contesto – posso essere non recepiti nella maniera giusta.

L’autrice

Giovanissima, nata nel 1993, Sam Voight è una studentessa in Scienze della Comunicazione. La sua passione per la scrittura nasce durante l’adolescenza, che ha coltivato assieme con quella della lettura. Solo di recente, invece, ha intrapreso l’affascinante carriera da scrittrice.

Nell’estate 2014, in concomitanza con una pausa universitaria, assieme con una sua amica ha cominciato a scrivere e pubblicare brevi storie su Wattpad e altri siti. Dato il riscontro positivo ottenuto dagli utenti, la Voight si è decisa a fare il grande passo, pubblicando il suo primo libro con una casa editrice, la Midgard.

Profumo di falsa libertà di Sam Voight è disponibile per l’acquisto sul sito della casa editrice Midgard e nelle migliori librerie online.


 – Spazio promozionale dedicato agli scrittori emergenti


Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares