“Un disastro perfetto” di Jamie McGuire

un disastro perfetto, recensione“Un disastro perfetto” di Jamie McGuire, edito da Garzanti, è l’ultimo romanzo che va a chiudere la serie dei fratelli più impegnativi di tutti i tempi. Sono belli, dannati, sciupa femmine e anche un po’ ruffiani, ma anche forti, coraggiosi, uniti e con un grande senso della famiglia: i Maddox. In questo capitolo l’autrice ci racconta la storia del gemello Tyler e della donna che lo farà capitolare.

Dovevo il mio nuovo lavoro e la mia nuova vita alla caparbietà e all’orgoglio.
Perfino il fatto di essere stata ripudiata dai miei non era servito a rimettermi in riga.
Tutto andava per il meglio quando prendevo le decisioni da sola, senza interferenze esterne,
eppure ora mi ritrovavo a fare delle cose solo per compiacere Tyler.

La trama

Ellie è una ricca ereditiera annoiata, stanca della vita agiata, priva di emozioni, che pur di attirare le attenzioni dei suoi genitori troppo impegnati a correre dietro all’impero che hanno costruito, ne combina di tutti i colori. Unico obbiettivo da raggiungere per Ellie è cercare di percepire una qualche emozione, che le possa riempire quell’opprimente vuoto che sente ogni maledetto giorno. Ellie è bella, sexy, ricca e con la predilezione a cambiare uomo o donna che sia ogni notte, mentre lui è Tyler, semplicemente e inequivocabilmente un Maddox.

Tyler si trova con gli amici ad una festa dentro una mega villa, la cui proprietaria è Ellie. I due dopo uno scontro/incontro si chiudono in una delle stanze da letto e le scintille sembrano essere il confronto perfetto per due tipi lontani anni luce come loro, ma più vicini di quanto si possa pensare. È l’ennesimo disastro a cui i genitori di Ellie devono riparare, la casa è distrutta e la figlia perennemente ubriaca non sembra neppure esserne dispiaciuta, così decidono di prendere una decisione drastica: Ellie non avrà più un soldo da spendere del suo ingente patrimonio, dovrà ripagare tutti i danni, dovrà cercarsi un lavoro, una casa e mantenersi da sola. Per Ellie sembra essere proprio la fine.

Per dimenticare i suoi problemi si incontra con Sterling, il suo migliore amico, nonché l’uomo di cui è innamorata da sempre sua sorella e affoga i suoi guai con lui. Se Ellie pensava di aver toccato il fondo con tutto quello che aveva combinato fino a quel momento, si era sbagliata di grosso, perché assieme a Sterling ingoiano più alcool di quello contenuto in un bar, assumono delle sostanze stupefacenti ed il risultato sarà devastante. Ellie e Sterling si svegliano nudi su un pavimento senza ricordare assolutamente nulla della notte trascorsa insieme a fare bagordi. Ellie si sente sempre più una nullità, non osa pensare cosa succederà se sua sorella dovesse scoprire cosa è successo tra lei e Sterling: probabilmente non la perdonerà mai. Rischia di perdere l’unica cosa vera della sua vita: sua sorella Finley.

A quel punto Ellie decide di provare a diventare una persona migliore e trova lavoro. Nella nuova vita in cui Ellie cerca di adattarsi si ritrova sempre Tyler nei paraggi e i suoi sensi cominciano sempre di più a confondersi. Il suo magnetico sguardo, i suoi occhi dolci la affascinano e il ricordo della notte che hanno trascorso insieme diventa sempre più vivido tanto da sconvolgerla ogni momento che trascorrono assieme. Le sue mani su di lei sono stata la cosa più bella che avesse mai percepito in tutta la sua vita, il suo calore avvolgente, il suo profumo inebriante l’hanno fatta sentire in pace con se stessa. In lui c’è quel qualcosa che la paralizza, quel qualcosa che le fa vibrare il cuore, quel qualcosa che la spinge a voler desiderare di essere migliore.

Cominciano a frequentarsi ma la relazione di presenta fin da subito molto difficile, soprattutto perché Ellie ha paura di quello che comincia a sentire in sua presenza, lui sembra capirla meglio di chiunque altro. D’altra parte Ellie è la versione maschile di Tyler. Lui è il ragazzo più sbagliato del mondo eppure Ellie tra le sue braccia trova quella sicurezza che ha sempre cercato nella vita e che non ha mai trovato. Solo lui riesce a leggerle il cuore, del resto è un Maddox e si sa, quando un Maddox si innamora è per sempre! Tyler la ama incondizionatamente, fino allo stremo. Le concede tutto, persino di arrivare ad autodistruggersi. Continua a starle accanto, anche nei momenti più brutti, lui è lì per lei e non intende lasciarla, solo che Ellie deve imparare ad amarsi se vuole contraccambiare quell’amore assoluto che Tyler è disposto a donarle, ma per farlo deve toccare il fondo più profondo e solo allora potrà davvero accettare quell’amore che crede di non meritare.

Tyler era la mia nuova droga,
come flirtare con il fuoco sui monti,
sfidare il pericolo e aspettare di bruciarsi.

La recensione de “Un disastro perfetto”

Questa storia mi è piaciuta moltissimo, forse è quella che mi ha toccata di più rispetto a quelle di tutti i fratelli di Travis Maddox. L’argomento che traina la storia non è certo dei migliori. È sempre un brutto affare quando ci confrontiamo con le dipendenze: sia che siano da alcool o da droghe, la questione non cambia. Dover vivere o affrontare il quotidiano con persone che si distruggono la vita non è mai facile. Purtroppo chi vive vicino a queste persone finisce col essere il loro peggior nemico: si tende a scusarli, a perdonarli, a sostenerli, soprattutto a sopportarli.

C’è una canzone di un cantautore italiano che dice che “il drogato è soltanto un malato di nostalgia”. Non posso che concordare! Il drogato, l’alcolista, sono anime vulnerabili, sensibili, che non riescono ad accettare il loro percorso di vita, qualsiasi esso sia. Si perdono su un sentiero pieno di ostacoli, incapaci di affrontarli né di reagire, perché si sentono insicuri e indegni, non percepiscono l’amore di chi gli sta accanto, pensano di non meritarlo e rifuggono la loro nostalgia in qualcosa che apparentemente regala loro sollievo. Ellie ha tutto dalla vita, eppure la sua ricchezza non le ha mai dato l’unica cose che avrebbe fatto la differenza per il suo cuoricino fragile e delicato: l’amore. Tyler è un uomo fiero, è un combattente del clan Maddox, è un donnaiolo con le fattezze di uno spaccone, cerca nelle donne e nelle scazzottate quell’adrenalina che gli serve per sentirsi vivo, ma in realtà dietro tutto questo nasconde tutte le sue di fragilità. Entrambi sono due anime perse in cerca di pace. Quando entrano in collisione Ellie e Tyler non hanno scampo e si innamorano della loro stessa fotocopia e forse proprio per questo accade, hanno bisogno di confrontarsi con loro stessi per potersi sentire vivi. Insieme riescono a colmare quei vuoti che li rendono vulnerabili, a trovare la quiete dopo la tempesta. Non è forse questo che fa l’amore? Siamo tutti destinati a trovare quella persona che ci completa e quando non ci riusciamo ci sentiamo smarriti e vuoti.

Quando l’amore ti trova, la vita diventa tutta cuori e fiori e se il Signor Ostacolo dovesse frapporsi sulla tua strada non fa nulla, perché farsi carico di un peso è più facile se si è in due a farlo.

La saga dei fratelli Maddox si è conclusa. È stata una serie che mi ha regalato tante emozioni diverse e un po’ mi mancherà. Sono sicura che questa autrice ci regalerà ancora tante storie piene di emozioni dobbiamo solo attende la prossima, no? Intanto, potete leggere le recensioni de “L’amore è un disastro” e “Il disastro siamo noi”. Per cui, buona lettura!

“Un disastro perfetto” è disponibile per l’acquisto su Amazon, sia in formato ebook che cartaceo. 

Monica Pizzi, Redazione Idea Libro
Monica Pizzi
+ posts

Leggere è una passione, scrivere è un’ossessione: l’una non esclude mai l’altra! Oltre a questo? Amo i viaggi, la natura, la fotografia, il tutto condito sempre con un buon libro a portata di mano!

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Shares